La valle delle donne lupo -di Laura Pariani

By Karl, April 23, 2014

Laura Pariani è un’eccellente narratrice che con graffiante ironia ha raccolto e trascritto tanti piccoli e bellissimi ricordi,vecchie tradizioni popolari,credenze e leggende,detti,collegandole tutte attorno al bizzarro personaggio di Fenisia.Ambientato in Piemonte nella valle di Paese Piccolo in alta montagna, dove una ricercatrice di nome Laura un giorno sale per intervistare la sola donna rimasta lassù,la vecchia Fenisia,custode di un mondo ancestrale cancellato dalla modernità,lei vigila sul cimitero che da sempre è stato curato dalla sua famiglia.Fenisia è nata nel 1928 è ha avuto una vita segnata da violenze e soprusi in un mondo maschilista tipico del secolo scorso,periodo in cui è ambientata la storia,si racchiude tutto nella frase”vivere da morta,patire da muta,obbedire da cieca,amare da vergine”,detta dal curato del paese ad un gruppo di bambine ancora ignare di cosa significhi essere donna ma che si vedono davanti donne sole,picchiate,umiliate,ferite da uomini che sono costrette a venerare. La figura negativa del curato che nelle sue prediche parlava solo di donne,per lui il peccato era femmina,le donne stavano perdendo la virtù,la devozione,il pudore,”le femmine devono sbassare la testa”.Questo libro esalta quelle donne che sanno andare controcorrente in un mondo in cui sono giudicate colpevoli solo per aver detto no alle regole tradizionali,chiamate streghe o balenghe perchè non hanno accettato le ingiustizie inflitte dagli uomini,lo rivela il prato delle balenghe nei pressi del cimitero. Fenisia sente di aver raccolto l’eredità delle balenghe,per loro prepara la sua vendetta indossa la pelle e i denti aguzzi della donna lupa,bella la similitudine tra la lupa e la donna che si nasconde dai suoi simili quando sente arrivare la sua ora,per poi addormentarsi ricoperta da un manto di neve nel prato delle streghe.