Tutti giù per terra di Giuseppe Culicchia

By Karl, April 17, 2014

Questo breve romanzo è una storia semplice scritta in modo diretto,asciutto e simpatico.Lo spaccato di vita che ruota intorno al protagonista Walter, è ambientato negli anni novanta,e ci descrive di un Italia in crisi sopratutto di valori,crisi di lavoro con graduatorie truccate e lavoro in nero,dai ragazzi comunisti e superficiali,rappresentata dai baronetti universitari capricciosi e saccenti.Walter è solo un ragazzo di vent’anni con le solite paranoie tipiche di questa età che non riesce a crescere in una Torino che sforna disoccupati e operai per la Fiat,i soliti problemi con i genitori e le ragazze.Ciò che più si avverte è il tratteggio di una generazione per lo più benestante schiacciata dalle pressioni sociali e da un specie di paura verso il futuro.

Tutti giù per terra è uno dei migliori resoconti del disagio giovanile scritti negli ultimi anni capace di affrontare una miriade di problemi e renderne partecipe il lettore senza impantanarsi in discorsi complessi o pretestuose analisi psicologiche,un linguaggio lineare che punta spesso su un amaro umorismo ,tutti giù per terra si fa leggere tutto d’un fiato.